Blur: “No all’Olimpiade delle multinazionali, suoneremo per la gente” parola di Damon Albarn

Certo la cerimonia inaugurale dei Giochi Olimpici deve ancora cominciare, e postare un articolo già proiettato al concerto conclusivo di Hyde Park è il più classico carro posto davani ai buoi, ma le dichiarazioni rilasciate da Damon Albarn, leader dei Blur, rendono l’azzardo obbligato. E’ cosa nota infatti la partecipazione dei Blur al concerto che si terrà il prossimo 12 agosto ad Hyde Park. La band approfitterà del palcoscendico olimpico per presentare i due nuovi brani che ne hanno cementificato l’ennesima reunion: “E’ bello avere due brani che mostrino lati diversi di questo gruppo, lati che ci hanno fatto riscoprire la gioia di tornare a fare musica insieme”. L’affermazione, non è stata però la sola proferita dal cantante che, alla faccia della coerenza e dello spirito olimpico, ha criticato “l’Olimpiade delle multinazionali”,”E’come se fossimo affogati in un grande mercato: è deprimente“. Giustificando la partecipazione dei Blur all’evento conclusivo con l’ambigua formula non lo facciamo per Londra 2012: “suoneremo per la gente”.