Heineken Jammin Festival 2010 sabato 3 luglio: La Fame di Camilla, Plan De Fuga, Stereophonics, Aerosmith, The Cranberries

Birre gelate per musica bollente: l’Heineken Jammin Festival 2010, dodicesima edizione, riparte  dal Parco San Giuliano di Venezia. Quattro giorni –  dal 3 al 6 luglio – di note a oltranza e pura adrenalina nel corso dei quali non mancherà un importante richiamo sociale voluto dalla Provincia del capoluogo veneto: “Life is better without drugs” (la vita è migliore senza droghe) è l’iniziativa promossa nel corso dell’evento attraverso la distribuzione di depliant consegnati in appositi stand. Con l’utilizzo di messaggi “giovani per i giovani” l’intento è di far passare il concetto secondo cui “leggera e pesante, la droga è sempre da sfigati”. Nobili fini per appuntamenti imperdibili: perchè, in virtù del fatto che la musica adempie doverosamente alla funzione sociale, uno degli scopi che le si riconosce è quello di riuscire a essere elemento di collante tra intere generazioni. Compito nettamente agevolato, vien da dire, quando il programma prevede la presenza di artisti di primissimo piano.

Si comincia sabato 3 luglio – alle 15, ora di inizio assolutamente indicativa e dipendente da diverse variabili – quando a inaugurare il concerto sarà il giovane gruppo Le Carte, selezionato dall’Heineken Jammin’ Contest, il concorso riservato alle band emergenti. A seguire, i bresciani Plan de Fuga, i baresi La Fame di Camilla e i gallesi Stereophonic, presenza costante all’HJF. Poi però. Verso sera, il clou: Cranberries e Aerosmith (per l’unica data italiana).