Tommy Lee a Sanremo, insieme a Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots

tommy leeIl Festival di Sanremo deve ancora iniziare, e cominciano le sorprese, a partire dagli ospiti internazionali. Se vi eravate già stupiti della presenza di Sir Bob Cornelius Rifo, A.K.A. The Bloody Beetroots, che accompagnerà per tutte le serate del Festival il cantautore e pianista Rapheal Gualazzi, preparatevi ad essere stupiti di nuovo. Ad accompagnare i due artisti durante la serata di venerdì 21 febbraio, chiamata Sanremo Club, come omaggio al Club Tenco, sarà il batterista dei Mötley Crüe Tommy Lee, noto da sempre per la spettacolarità delle sue performance (non sono in tanti ad aver suonato una batterista a testa in giù, N.d.R.) e per aver avuto in passato una relazione con l’attrice di Baywatch Pamela Anderson.

Tommy Lee aveva già collaborato con Bloody Beetroots lo scorso anno, suonando la batteria nel brano “Raw” dell’album HIDE.

Il brano con il quale questo inedito trio si esibirà nella serata del venerdì sarà “Nel blu dipinto di blu” di Domenico Modugno, una delle canzoni italiane più famose al mondo, vincitrice dell’edizione del 1958 del Festival, nella quale fu presentata dallo stesso Modugno e da Johnny Dorelli.

Noi de LaMusicaRock.com siamo davvero curiosi di vedere all’opera i tre musicisti. E voi?

Vi lasciamo con una gallery di nostre foto del concerto di Bloody Beetroots all’Alcatraz di qualche mese fa.

[shashin type=”albumphotos” id=”261″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]