Sanremo 2014: continuano le polemiche su Rufus Wainwright

Rufus WainwrightE’ prevista per stasera l’esibizione sul palco di Sanremo di Rufus Wainwright, e le polemiche da parte delle associazioni cattoliche sul brano “Gay Messiah” non si placano. Il cantautore canadese, decisamente scocciato, ha replicato che il brano in questione è del 2004, e che solo ora, a 9 anni di distanza, tali associazioni si sono accorte della sua esistenza, aggiungendo:

“La canzone Gay Messiah che è oggetto di scontento da parte di questi gruppi non ha intenzioni “blasfeme” perché non è un ritratto né di Gesù né di altre figure religiose che fanno parte della Chiesa Cattolica, ma serve da metafora per raccontare un mondo dove persone omosessuali hanno gli stessi diritti delle persone eterosessuali, ma a giudicare da queste reazioni l’Italia è molto lontana da tutto ciò (…) È triste che molti componenti della Chiesa Cattolica siano ancora molto indietro rispetto alle posizioni di Papa Francesco sul rispetto per donne, persone gay e altre minoranze.”

A proposito di tali polemiche, il direttore di Rai Uno Giancarlo Leone aveva dichiarato

“Sapevamo chi era Rufus, e per questo lo abbiamo invitato”.

Wainwright suonerà sul palco dell’Ariston due brani accompagnato dall’Orchestra della Rai, uno dei quali sarà Cigarettes and Chocolate Milk, mentre l’altra sarà la reprise di Across the Universe dei Beatles.