Ulverin in concerto @ Labirinto della Masone

Nella maestosa e suggestiva cornice del Labirinto della Masone, andrà in scena il concerto degli Ulver. Una location particolare accoglierà i brani del nuovo album della band, The Assassination of Julius Caesar, uscito il 7 aprile scorso. 

Il progetto degli ULVER travalica i confini di genere e non possiamo pensare a una location migliore per dare giustizia alle loro sonorità! Alle varie anime del Labirinto (parco di bambù, museo, biblioteca, sede della collezione d’arte e della casa editrice di Franco Maria Ricci) si aggiunge quella di luogo di eventi unici, destinati ad appassionati di musica e arte, con il preciso intento di sorprendere.

Nella passata stagione, Il Labirinto della Masone, ha ospitato i concerti di AIR e Sunn O))). Il prossimo sabato 3 giugno invece sarà la volta dell’unica data italiana del tour europeo degli Ulver. Avrà così nuovamente luogo un sodalizio tra arte, musica e cultura! Il Labirinto della Masone si conferma come sede perfetta per eventi originali, di livello internazionale, caratterizzati da un’atmosfera fortemente evocativa

Indicati come i primi veri agitatori della scena black, gli Ulver hanno sempre saputo rinnovarsi e rimanere dinamici, diventando prima un pilastro del metal più classico, poi di quello più avanguardista, fino a cambiare totalmente pelle: passando per folk, ambient e trip-hop, hanno sconfinato nell’elettronica e nel prog, fino a includere nel loro sound anche echi di musica da camera.

Nascono nel 1992 a Oslo. Scelgono di chiamarsi Ulver (“lupi” in norvegese) guidati sin dai primi passi da un preciso concept, al cui centro c’è l’uomo, animale capace di elevarsi al di sopra della natura, eppur sempre piccolo e inerme al cospetto di forze senza nome, più grandi e antiche di lui. Imprevedibili, mutevoli e capaci di reinventarsi a più riprese, nel pantheon del concettualismo sonoro d’essai, gli Ulver ricoprono da sempre un ruolo di primo piano ben delineato, quello di chi manifesta chiaramente la propria idiosincrasia nei confronti delle cosiddette vie maestre e segue, quasi per legge, impervi sentieri isolati.

Quale informazione in più sul Labirinto è doverosa. E’ il Labirinto più grande del mondo quello di Fontanellato e nasce da un’idea di Franco Maria Ricci – editore, designer, collezionista d’arte, bibliofilo – e da una promessa da lui fatta nel 1977 allo scrittore argentino Jorge Luis Borges, affascinato da sempre dal simbolo del labirinto anche visto come metafora della condizione umana. Ci sono labirinti con Minotauri. E giardini colmi di delizie. Eden in cui è bello vagare, labirinti mentali dove perdersi e poi ritrovarsi. Quello di Ricci è un dedalo elegante e seducente, un luogo di cultura, disteso su otto ettari di terreno. Qualche numero: 

  • 200.000 bambù
  • Bambù di varia altezza: da 30 centimetri fino a 18 metri
  • 8 ettari di superficie totale
  • 3 chilometri di percorsi interni
  • 500 opere situate nello spazio del museo annesso al Labirinto
  • 2.000 metri quadri di piazza al centro del Labirinto, pronta ad ospitare concerti, feste ed esposizioni

Sito internet: www.labirintodifrancomariaricci.it

ULVER @ LABIRINTO DELLA MASONE 3 GIUGNO 2017 

strada Masone, 121
43012 FONTANELLATO (PR)

3 giugno 2017