Music Club #7 Round Midnight: Wooden Wand & Omar Pedrini

110422OmarPedriniMusic Club, la rassegna ideata e diretta da Enzo Gentile ospiterà il prossimo 11 Maggio Omar Pedrini.
MUSIC CLUB #7 ‘Round midnight’ è al Teatro Dal Verme, è alla sua settima edizione. Ad aprire la serata Wooden Wand e il suo folk newyorkese. Seguirà poi Omad Pedrini, che in anteprima assoluta presenterà cinque nuove, inedite canzoni, in attesa del nuovo album che uscirà la prossima estate. 936810_635777143115399_54228168_nL’ultimo album di Omar Pedrini, La capanna dello zio rock, è del 2010, e da allora l’artista bresciano si è dedicato anche alle altre sue passioni, lavorando per il cinema (Pupi Avati), per Rai 5, per il teatro (Sangue impazzito, spettacolo centrato sulla figura di John Belushi) e diventando padre per la seconda volta, di Emma Daria, lo scorso 24 aprile. Nel frattempo ha scritto e registrato le nuove canzoni del disco che nelle prossime settimane verrà masterizzato a Londra per la pubblicazione a cavallo dell’estate. Alcuni di questi brani ce li propone in anteprima, un modo per testarli davanti al pubblico di affezionati e curiosi che lo segue dai tempi eroici dei Timoria: insieme a queste ‘Five new songs’ in esclusiva, anche qualche classico della carriera iniziata ormai 25 anni fa e un excursus sentimentale alla ricerca delle radici, tra Neil Young e dintorni… Wooden Wand James Toth voce chitarra Janet Simpson viola David Hickox drums Brad Davis guitar Jody Nelson bass Sono molti i volti e le sembianze artistiche che nella sua densa storia musicale ha assunto il newyorkese James Jackson Toth, presente sul mercato come Vanishing Point, a proprio nome o, ultimamente, sotto le insegne di Wooden Wand, di cui si segnala, uscito nelle scorse settimane, l’ottimo Blood oaths of the new blues. Testimone indipendente e libero per definizione, spesso cavalcando la scelta dell’autoproduzione, Wooden Wand si richiama alla storia leggendaria di folk-singer quali Johnny Cash, Willie Nelson, Waylon Jennings, Townes Van Zandt, attraversata da un tocco di acida elettricità e venature di psichedelia, senza concessioni revivalistiche.
SABATO 11 MAGGIO 2013
ORE 22:30

Wooden Wand James Toth voce chitarra, Janet Simpson viola, David Hickox batteria, Brad Davis chitarra, Jody Nelson basso.

Sono molti i volti e le sembianze artistiche che nella sua densa storia musicale ha assunto il newyorkese James Jackson Toth, presente sul mercato come Vanishing Point, a proprio nome o, ultimamente, sotto le insegne di Wooden Wand, di cui si segnala, uscito nelle scorse settimane, l’ottimo Blood oaths of the new blues. Testimone indipendente e libero per definizione, spesso cavalcando la scelta dell’autoproduzione, Wooden Wand si richiama alla storia leggendaria di folk-singer quali Johnny Cash, Willie Nelson, Waylon Jennings, Townes Van Zandt, attraversata da un tocco di acida elettricità e venature di psichedelia, senza concessioni revivalistiche.

Omar Pedrini

Biglietti:

Euro 10,00 + prevendita