Carroponte 2014: Calibro 35 live il 26 giugno

calibro 35 carroponteAl Carroponte i Calibro 35; il loro sound, che fonde insieme il soul, il funk, il jazz e il rock su tutti, è ispirato dalle colonne sonore dei film di questa Italia emblematica, violenta e disfatta degli anni Settanta.

Milano negli anni 70. Era un periodo cupo ma autentico, che lasciava spazio ancora agli eroi: quelli del male, come Francis Turatello, e quelli del bene come il super-capo della mobile Michele Serra, nemico giurato di Vallanzasca. E poi c’erano i romanzi di Giorgio Scerbanenco, un geniale emigrato ucraino che di Milano ha ritratto ombre, delitti e qualche abbagliante sprazzo di luce. E poi c’era Tomas Milian, un cubano con la faccia da figo che ha dato volto agli eroi e antieroi di quegli anni, diventando la faccia di quel sottogenere cinematografico detto “poliziottesco”, per distinguerlo dal più “nobile” poliziesco di provenienza oltre-oceanica. E se quel genere oggi è un cult, non è per via del trash: è perché era cinema vero, della strada, della gente, con storie meno che credibili, perché drammaticamente quotidiane. E poi c’era la musica, e quella fortunatamente c’è ancora. Nel 2007 alcuni musicisti di diversa estrazione danno vita a Calibro 35. Il matrimonio con il mondo cinematografico è scritto nel DNA di un gruppo come Calibro 35: partecipano, con musiche originali, alla colonna sonora del film Said e due delle più importanti produzioni italiane negli Stati Uniti, “Romanzo Criminale” e “Vallanzasca, Gli Angeli Del Male”, utilizzano brani della band all’interno delle loro colonne sonore. Dopo oltre quaranta date estive nel 2009, la band intraprende il suo primo viaggio negli Stati Uniti per partecipare all’HitWeek Festival di Los Angeles. Il tour vince il premio MEI come Miglior Tour Italiano 2009. “Ritornano Quelli Di…”, il secondo disco di Calibro 35, esce in tutta Europa e in America nel 2010. Calibro 35 aprono la data milanese della superband inglese Muse a San Siro e si aggiudicano il premio “KeepOn” come miglior gruppo italiano dell’anno. Partecipano, insieme a Dente, Il Genio e Roberto Dell’Era, alla realizzazione de “Il Lato Beat”, un ep di due brani di chiara ispirazione sixties editi solamente su vinile. Esce poi “Rare”, raccolta di musiche da film, versioni alternative e inediti dell’archivio sonoro della band. Il quarto disco “Ogni Riferimento a Persone Esistenti o a Fatti Accaduti è Puramente Casuale” (2012), disco più spurio e contaminato, che non però le fondamenta funk da cui i Calibro 35 provengono, è stato interamente registrato a Brooklyn. Nell’ottobre 2013 è uscito il loro ultimo album “Traditori di tutti”, nato dalla voglia di riproporne le atmosfere di film come “Milano Calibro 9”, di “Il Gatto a Nove Code” e “La Mala Ordina”. I musicisti coinvolti sono Enrico Gabrielli, fiati e organi (Mariposa), Massimo Martellotta, chitarre e lap steel (Stewart Copeland), Fabio Rondanini, batteria e percussioni (Niccolò Fabi, Collettivo Angelo Mai), Luca Cavina, basso (Zeus!, Transgender) e Tommaso Colliva, produzione (Muse, Afterhours).

Giovedì 26 Giugno

Inizio Spettacolo: ore 21.30

Ingresso: 5€