Al Serraglio di Milano due grandi live: Omosumo e Daniele Celona

Venerdì 11 Novembre al Serraglio di Milano un doppio concerto imperdibile: la presentazione del disco di Omosumo e la chiusura del tour di Daniele Celona.

Un doppio concerto senza apertura e senza chiusura. Due diversi motivi per festeggiare due progetti molto diversi, ma che trovano nel  live la loro dimensione ideale.

Daniele Celona
Daniele Celona

Quella di venerdì si preannuncia essere quindi una serata di live molto speciali. Da un lato Daniele Celona, esponente di spicco della stessa scena torinese di Levante e Bianco. Celona conclude il lungo tour di “Amantide Atlantide” che l’ha visto girare in lungo e in largo la penisola negli ultimi due anni e ha annunciato così la tappa milanese: “Milano e Torino. Chiudiamo così. Con le mie famiglie adottive. Quella de I Distratti, che credono in me da tempi non sospetti e a cui sono legato da un affetto che va ben oltre quello del mero rapporto musicante – promoter. L’altra – la famiglia del mio staff – quella The Goodness Factory che sopporta da oltre due anni e mezzo il mio caratteraccio e la mia testa dura. Sarà Serraglio a Milano l’11 novembre e sarà Cap10100 a Torino il 12 novembre. Sarà Festa. Vi aspettiamo.”

Dall’altro Omosumo, particolare combo elettronico che ritorna sulle scene a presentare il nuovo disco Omonimo, in uscita proprio l’11 Novembre per Malintenti Dischi. A due anni dal brillante esordio “Surfin’Gaza”, gli Omosumo tornano alle stampe con il secondo full lenght album, dal titolo omonimo. Mixato dal produttore canadese Colin Stewart (Black Mountain, Sleepy Sun), “Omosumo” è un disco concepito in una condizione atemporale, sia da un punto di vista musicale che testuale, scritto con il chiaro intento di restare distante da riferimenti contemporanei. “Abbiamo immaginato un esodo, non da una condizione geopolitica ad un’altra, quindi senza alcun riferimento diretto alle attuali migrazioni, ma da una condizione terrestre ad una condizione altra”. I testi narrano del genere umano, alle soglie di un porto, in partenza verso uno spazio indefinito. L’ambientazione scelta per ospitare il succedersi di quest’opera – da leggersi come unica dal primo all’ultimo episodio in tracklist – è quell’Egitto intriso di mistero ed esoterismo, ideale trait d’union con lo scenario dipinto dalle liriche.
OMOSUMO_COVER

Da un punto di vista musicale, l’isolamento ha giocato un ruolo preponderante: “siamo stati un anno al lavoro, di cui sette mesi reclusi in varie case di campagna disabitate, dove abbiamo montato il nostro studio mobile, lontani da ogni contesto urbano e metropolitano. La nostra ricerca musicale si è mossa al largo delle mode dettate dai messia nazionali e transnazionali, legati all’esigenza di costruire i nostri suoni in maniera istintiva ed artigianale, “derattizzando” le nostre coscienze dal mondo musicale di oggi.“. A chiudere il cerchio è la copertina che raffigura l’opera pittorica di Fulvio Di Piazza – “Madre blu”, olio su tela, 2014 – scelta come interfaccia grafica proprio per il linguaggio epico che caratterizza il tratto del suo autore, in assoluta sintonia con i contenuti di questo viaggio oltre gli umani confini.

Venerdì  11 Novembre, Serraglio,  Via Gualdo Priorato 5, Milano

Apertura porte 21.30

OMOSUMO (live)

+

DANIELE CELONA (live)

ingresso 8€ + tessera ACSI

apertura porte – ore 21.30

inizio live – ore 22.30 circa

pretesseramento: http://goo.gl/1VArL7

info generali: idistratti@gmail.com

Link:

https://www.facebook.com/danielecelona

http://www.danielecelona.it/

FB: https://www.facebook.com/omosumoband/?fref=ts

TW: https://twitter.com/OMOSUMO1

Sito: www.omosumo.com

hEADER_2