South by southwest: il video del “discorso” di Dave Grohl

dave_grohl_sxsw_2013_lAd Austin, è stata l’ora del keynote speech di Dave Grohl, un simbolico discorso inaugurale al South by southwest, evento che si sta svolgendo in questi giorni in Texas (oggi parteciperà anche Jovanotti, e sono già passati anche Il Pan del Diavolo). Per Dave è stata l’occasione per confessare tutto il suo amore per la musica. Dall’infanzia nella sua cameretta ai Nirvana, dalla morte di Kurt Cobain alla resurrezione artistica con i Foo Fighters. Fino all’esordio da regista con il documentario Sound cityDave che maneggia delle musicassette, prende la chitarra, suona. Parla ancora, e dice “The musician comes first” , conta solo la musica e chi la fa, più che tutto quello che ci sta intorno e che spesso non serve a nulla. Talent show come The Voice, criticati e oggetto di ironiche frecciatine… “Ve lo immaginate Bob Dylan che canta Blowin’ in the wind di fronte alla giudice Christina Aguilera?” Sentire nominare da Dave Grohl i One Direction, fa un effetto strano… eppure l’ha fatto, è stato anche il turno del “Gangnam style” “è una delle mie canzoni preferite del decennio. È forse meglio dell’ultimo album degli Atoms For Peace di Thom Yorke? Bisognerebbe controllare su Pitchfork. O forse no, non me ne frega un cazzo” . Come si può non amarlo? Iniziamo la giornata così… con Dave Grohl, un paio di occhiali, una camicia a quadri, che messa su una qualsiasi altra persona la renderebbe banalmente hipster, mentre su di lui… bè, è sempre il solito carbonaro, ribelle, punk, ROCK. Guardate tutto il video, fidatevi, più che un discorso… uno spettacolo!