Si sciolgono i R.E.M.: la rottura dopo 31 anni di carriera

Un comunicato stampa, pubblicato tramite la loro pagina web ufficiale.Questo il modo in cui i R.E.M hanno deciso di comunicare ai propri fans, la decisione di mettere fine alla loro trentennale storia. ““Saremo per sempre amici ma è arrivato per noi il momento di smettere con la musica.Ci ritiriamo con un’immensa gratitudine per i fan e per tutte quelle persone che hanno contribuito alla storia dei ‘R.E.M. perchè quello che è successo in questi lunghi anni è qualcosa di indescrivibile.La decisione è stata forse la più difficile mai affrontata ma, come disse uomo saggio, ‘la cosa più importante da capire ad una festa è quando arriva il momento di andare via’.Tutto deve finire e per noi è arrivato il momento giusto per smettere: grazie a tutti quelli che ci hanno supportato.”
Mike Mills, storico bassista della band ha spiegato come la decisione fosse presa già da tempo:”Durante il nostro ultimo tour, e durante la lavorazione del nostro ultimo album, ‘Collapse into now’, eravamo soliti chiederci: ‘e poi cosa faremo’? Lavorare sulla nostra musica e sui nostri ricordi di trent’anni è stato un lavoro d’inferno. Le ultime canzoni che abbiamo scritto, quindi, ci sono sembrate l’epilogo naturale della nostra carriera.  Gli fa eco Mike Stipe: “Insieme siamo stati capaci di costruire qualcosa di straordinario. Noi abbiamo fatto tutto questo, e adesso ce ne stiamo allontanando. Spero che i nostri fan si rendano conto che questa sia stata una decisione tutt’altro che facile. Tutte le cose devono finire, ma l’importante è che finiscano nel modo giusto. E noi vogliamo finire nel modo giusto, il nostro modo”.

Chiude il chitarrista Peter Buck:”Il gruppo può essersi sciolto, ma noi rimarremo grandi amici di certo rimarrò in giro. Magari in un negozio di vecchi dischi in vinile. O nella penombra, nel retro di un live club, a guardare un gruppo di diciannovenni che cercano di cambiare il mondo”.