Lady Gaga denunciata in Michigan

Nuvole all’orizzonte per Lady Gaga. Alla cantante americana è  di fatti appena stata recapitata una denuncia. Si tratta di una class action supportata dal network 180LAWFIRM del Michigan. La questione riguarda i braccialetti “We pray for Japan” dei quali Gaga aveva promosso la vendita al fine di raccogliere fondi da inviare in aiuto alle popolazioni giapponesi colpite dal sisma.
I bracciali bianco-rossi avrebbero dovuto essere messi in vendita al costo di cinque euro, ed erano acquistabili on-line. La 180LAWFIRM sostiene come: non solo molti braccialetti subiscano ancora notevoli ritardi nella consegna, non solo molte delle aziende addette alla spedizone hanno ricaricaricato il prezzo del bracciale stesso, non solo i dati effettivi di vendita siano stati gonfiati ma addirittura Gaga ed il suo entourage vengono accusati di non aver versato in favore dei terremotati l’intera somma incassata. La denuncia è stata depositata in Michigan. Nell’azione legale si citano varie norme a difesa del consumatore che la vendita dei braccialetti avrebbe violato.