Foo Fighters: pausa a tempo indeterminato

“Foo Fighters Are Definitely Taking A Break” questo il titolo dell’edizione statunitense dell’Huffington Post (qui il link), in cui vengono riportate le dichiarazioni di Dave Grohl raccolte nel backstage del Global Citizen Festival a Central Park, New York, in occasione dell’ultima data del tour del gruppo. Ma cosa ha detto Dave? C’è da fare un po’ di chiarezza, perchè anche noi, de lamusicarock.com ci siamo allarmati, abbiamo sudato freddo, preso un ansiolitico, respirato e indagato. Nessuno ha mai parlato di scioglimento, ma solamente di pausa. Certo “pausa” senza dire per quanto, mette molta ansia e tristezza a noi fan dei Foo Fighters, ma sempre meglio di sentire un altro tipo di dichiarazione. E’ lo stesso Dave a esprimersi con la scioltezza che lo contraddistingue “Senza farne chissà che grande storia, dopo questo concerto non ne abbiamo altri in programma. Tutto qui. Non so quando saremo nuovamente in grado di suonare di nuovo”, disse l’ex batterista dei Nirvana. Non sono di certo parole che confortano però questo è quanto. Pausa sì, scioglimento proprio no, perchè infatti: “Non posso abbandonare questo gruppo, e mai lo farò, perché per me questa non è solo una band, ma la mia vita, la mia famiglia, il mio mondo”, ha scritto sulla propria pagina Facebook Dave: “Ero serio, quando dicevo di non sapere quando potremo tornare a suonare dal vivo. Detto così sembra strano, ma è una cosa buona per tutti stare lontani dalle scene per un po’. E’ una delle ragioni che ci ha permesso di arrivare fino a qui. Vi sembra abbia senso, tutto questo? La verità è che non c’è altro gruppo nel quale vorrei stare: tuttavia, certe volte è necessario dimenticarselo in garage per un po’ di tempo”Grohl ha chiuso: “Per quanto riguarda me, Taylor, Nate, Pat, Chris e Rami, sono sicuro che ci vedrete ancora là fuori, da qualche parte”. Noi stiamo pregando sottovoce perchè queste parole siano quelle vere e che vengano mantenute. Intanto per i prossimi mesi, vedremo il front dei Foo impegnato nella promozione del documentario sui Sound City Studios (“Ci stiamo lavorando da più di un anno: è forse il progetto più grande nel quale sia mai stato coinvolto”), dobbiamo accontentarci, e aspettare. In questo momento in sottofondo c’è Everlong, sembra di avere su una faccia a lutto… però “The only thing I’ll ever ask of you You’ve got to promise not to stop when I say when”

Se anche voi, come noi, siete fan dei Foo Fighters leggetevi le parole di Dave, aiutano a mandare giù questo boccone amaro… 

“Hey everyone…

Dave here. Just wanted to write and thank you all again from the bottom of my heart for another incredible year. (Our 18th, to be exact!) We truly never could have done any of this without you…Never in my wildest dreams did I think Foo Fighters would make it this far. I never thought we COULD make it this far, to be honest. There were times when I didn’t think the band would survive. There were times when I wanted to give up. But… I can’t give up this band. And I never will. Because it’s not just a band to me. It’s my life. It’s my family. It’s my world. Yes… I was serious. I’m not sure when the Foo Fighters are going to play again. It feels strange to say that, but it’s a good thing for all of us to go away for a while. It’s one of the reasons we’re still here. Make sense? I never want to NOT be in this band. So, sometimes it’s good to just… put it back in the garage for a while…But, no gold watches or vacations just yet… I’ll be focusing all of my energy on finishing up my Sound City documentary film and album for worldwide release in the very near future. A year in the making, it could be the biggest, most important project I’ve ever worked on. Get ready… it’s coming. Me, Taylor, Nate, Pat, Chris, and Rami… I’m sure we’ll all see you out there… somewhere…

Thank you, thank you, thank you…

Dave”