Blink 182 “Neighborhoods”: la recensione del nuovo album

Neighborhoods” è il titolo del nuovo attesissimo album dei Blink 182. Il disco, che rompe dopo otto anni il silenzio della band californiana, è uscito lo scorso martedì 27 Settebre. Già ancor prima di averlo tra le mani, è facile capire come i dubbi, le attese e le aspettative attorno a “Neighborhoods”, non possano aver fatto altro che contaminarne il giudizio. Per un fan, la sensazione che si avverte fin dall’inizio è quella del dubbio. Viene spontaneo chiedersi: “preferirei ascoltare la musica con la quale sono cresciuto da “Going away to college”, “What’s my age again”, “I miss you”, sentir ancora parlare di alcool feste e sesso, oppure vorrei sentire un disco nuovo. Ascoltare come Mark, Tom e Travis, sono cambiati dopo otto anni?
Una domanda che devono essersi posti gli stessi Blink 182. Quale strada abbiano scelto è chiaro fin dalle prime note del disco. Loro hanno scelto la strada più difficile: quella del cambiamento. I testi sembrano infatti lontani dalla spensieratezza e dalla “voglia di far casino” di un tempo. Al loro posto un sentimento di velata malinconia, di amori frustrati, di consapevolezza di un settembre arrivato troppo presto. Musicalmente questo si riflette sulla presenza di molte tastiere. Nonchè sulla maggiore influenza di Tom Delonge sull’intero progetto. L’idea è quella che il cantante si sia portato con sè, molto della precedente esperienza solista con gli “Angels & Airwaves”.
Nel complesso “Neighborhoods” risulta intriso di quella pesantezza dark, di cui probabilmente non se ne sentiva il bisogno.Probabilmente, torniamo a ribadire, che le troppe aspettative, il tira e molla sulla data d’uscita, non hanno fatto che aggiungere difficoltà ad un ritorno che già sembrava complicato. Insomma i Blink ci hanno provato, e questo va loro riconosciuto, anche se il risultato lascia con la stessa sensazione a cui si faceva riferimento all’inizio: dubbio. Dite la vostra.

Questa la track list dell’album:

“Ghost on the dance floor”
”A la mode”
“This is home”
“Snake charmer”
“MH 4.18.2011”
“Even if she falls”
“You too”
“’Up all night”
“After Midnight”
“Natives”.
Le bonus track della Deluxe Edition sono “Kaleidoscope”, “Fighting the Gravity” e “Heart’s all gone”.