Verdena live @ Bloom: ultima data del Wow Tour

Quanti articoli vi abbiamo già proposto sui Verdena nel 2011? Bè molti…a chiusura di questo anno abbiamo assegnato a “Razzi Arpia Inferno e Fiamme” il posto numero 5 nella top Ten da noi stilata. Dopo averli visti direttamente live al Carroponte lo scorso settembre, il trio bergamasco l’abbiamo rivisto in occasione dell’ultimo concerto per il 2011 al Bloom di Mezzago (sì, il Bloom dei Nirvana). I fratelli Ferrari, Alberto, Luca, Omid Jazi e la grandiosa Roberta Sammarelli hanno concluso un anno ricchissimo di concerti e soddisfazioni per l’uscita del disco WoW, a cui ha fatto seguito il Wow Tour di cui noi de lamusicarock.com ci siamo appassionati; ma non solo noi, a giudicare dalle innumerevoli date aggiunte, e svoltesi in questo anno (oltre 80). La scaletta è stata ricca e intensa, i Verdena non si sono risparmiati (fluido, sorriso in spiaggia, rossella roll over, miglioramento, starless, Il caos strisciante, badea blues, nuova luce, lui gareggia, canos, logorrea, don calisto, castelli per aria, Angie, razzi arpia, scegli me, le scarpe volanti, è solo lunedi, dentro sharon, luna, miami safari, attonito, loniTerp, Dai cazzo nucleare (isacco nucleare) feat I soliti idioti, encore: A Capello, Elefante, Sotto prescrizione del Dott. Huxley).
Dopo avervi proposte alcune foto dei concerti di Napoli, Bari, al Miami 2011, e al Flippaut Alternative, e Carroponte, eccovi le ultime foto, quelle dell’ultima data dell’anno. Special guest “I Soliti Idioti”, con cui i Verdena hanno suonato “Dai cazzo nucleare (isacco nucleare)”. Francesco Mandelli nei panni di Ruggero, con l’immancabile Gianluca (cazzo!) hanno approfittato dell’occasione, in quanto fan appassionati della band. Non c’è altro da dire, se non che abbiamo assistito ad un vero concerto rock, appassionato, vivo, nonostante la “piccola” location. Ma ricordiamo che il Bloom è un un centro multiculturale che dal lontano 1987 è punto di riferimento per la musica definita dai più “alternativa”; come citano nel proprio sito: “Nomi? Così a memoria: Nirvana, Morphine, Hepcat, Cop Shot Cop, Murphy’s Low, Fishbone, Sepultura, Afterhours, Jon Spencer, Green Day, Toasters, Slackers, Beast of Borboun, Casino Royale, Almamegretta, Modena City Ramblers, Oneida, Unsane, Africa Unite, Shandon, Kyuss, Punkreas, Good Fellas, Subsonica, Bluvertigo, Reggae National Tickets, Mau Mau, Bluebeaters, La Crus, Cristina Donà, Selecter, Davide Van De Sfros.. e tantissimi altri”.