Vasco permaloso: lascia a casa Solieri

La verità fa male? Visto come ha reagito Vasco alle dichiarazioni del suo chitarrista storico, non possiamo non pensare che Maurizio Solieri nella sua intervista, oggetto del contendere, al Corriere della Sera ci abbia preso. Qualche frase poco ammaliante nei confronti del rocker e via ad una polemica via social network perchè parlarsi di persona è troppo difficile? O rende poca pubblicità? L’intervista la trovate qui, leggetela e probabilmente poi condividere qualcosa con quel che si dice; in fondo Solieri cosa ha detto di così strano? “Vasco non sta bene!” La risposta piccata ed orgogliosa del Blasco è stata una serie di botta e risposta via facebook, della serie (citiamo): ”Dimentichi che hai potuto esprimere il tuo talento solo grazie a me”. In effetti dire “Vasco? Ultimamente sembra arrabbiato con il mondo: forse non sta bene” è un motivo più che valido per rompere un sodalizio lungo 35 anni, non credete? o forse la dispute era già in ballo ed è solo esplosa nella via peggiore, quella mediatica, ma anche quella più proficua (per tutti?).Puntuale arriva l’ennesimo post burrascoso del rocker riguarda proprio l’annuncio del divorzio dal suo musicista. Parole inaccettabili e imperdobabili per Rossi “Ci conosciamo dal 1977, ma ultimamente è incazzato col mondo: forse sta male” “lavoro ancora con lui, ma i rapporti sono solo professionali”. Vasco risentito via Facebook risponde dandogli dell’ingrato e del sorpassato; L’attacco, la difesa a vederla dalla parte del rocker, continua e si concentra sullo stile del musicista, giudicato dal cantante come arretrato: “Non sei cresciuto…non ti sei evoluto … non ti sei mai perfezionato e sei rimasto nel tuo mondo di assoli molto spettacolari ma poco precisi (…) sei sempre stato un fuoriclasse ma non sei diventato un professionista. Tu suoni solo come vuoi o puoi tu. Infatti non hai mai suonato con nessuno altro. Solo con me”. Da queste frasi di difesa, ai volgarismi che portano con loro la sigla Vasco, si passa ai colpi bassi: “Dici che ultimamente sembra sia incazzato con il mondo? Forse non sto bene? Ma vai a farti fottere anche te insieme a tutti gli altri…Io incazzato lo sono stato sempre! Col mondo, con me e anche con te!”.  Poi l’attacco passa per una via completamente sbagliata, Vasco si butta a capofitto sull’intera band “Io ho cominciato a cantarle e voi eravate degli orchestrali e le vostre prime timide musiche che io vi ho consigliato di fare sulle quali io ho scritto le parole le ho fatte diventare vere le ho interpretate e le ho cantate le avete cominciate a scrivere molti anni dopo e comunque ho sempre fatto tutto io”(….) “Eravate tutti sostituibili anche se per me eravate i migliori. L’unico insostituibile ero io”. Il post su facebook si è chiuso con un teatrale «abbi cura di te», scatenando ovviamente i commenti di centinaia di fan, divisi tra il cantante e Solieri.

Vasco ci stupisce sempre nel bene e nel male, già ce lo raccontava Jovanotti anni fa, O no?

[..]”No, Vasco ! No, Vasco ! …
E invece Vasco questa sera non c’è
chissà perché fratello ce l’hai con me
Oh, dimmi con chi sei, da un po’ non ci sei mai
Vasco, tu sei noi non ci sputtanare, dai !
No, Vasco ! No, Vasco, io non ci casco
Perché io non mi fido di chi non suda mai
No, Vasco ! No, Vasco che mica ci facciamo tradire dai guai…
Sudi o no? Sudi o no?”