The leeches: una carica lucente… Underwater

Suona la sveglia. Ore 07:00. Cerco un disco per iniziare la giornata. Tra quelli sulla mensola l’ultima fatica dei “Leeches”. Nati nel 2002, dal comune interesse dei suoi componenti per il punk, il gruppo continua a lavorare facendosi apprezzare senza distinzione da pubblico e critica. La peculiarità, oltre ad un sound non trascurabile, sono le esibizioni live. Ogni volta uno spettacolo unico tessuto con maestria, passione e divertimento. Ogni volta uno “show” nel senso più ampio del termine. Esce in novembre il loro ultimo lavoro, “Underwater”. Una sequenza di brani ben fatti, un punk ritrovato, equilibrato, molto affascinante soprattutto nei particolari, cose piccole che spiegano il carattere forte ed il successo della band. Un disco curato e strutturato, che ripropone senza inganni il modus operandi dei precedenti album. Il risultato non è però noioso o ripetitivo ma conferma e rafforza un’identità, una bella identità. I Leeches sono energia pura e la sanno trasmettere in un modo fine e diretto. Da ascoltare “I’m everything to me” traccia che regala una carica bellissima e “Serious” dove è rintracciabile in modo lucente la figura dei Ramones. Metto il disco, lo ascolto. Arriverò in ritardo, questo è sicuro. Ma trovare qualcosa che ti fa venire voglia di saltare sul letto alle 7 del mattino merita attenzioni. Da non perdere.

 THE LEECHES

MASSI: vocals, bass

MEXICANO: guitar

FREDDY: guitar

MONE: drums

http://www.facebook.com/LEECHES
http://www.myspace.com/leechesfatrock
http://twitter.com/#!/theleeches