Paolo Benvegnù: il live al Carroponte

benvegnùPaolo Benvegnù, ex Scisma, è un monumento del cantautorato italiano, alternativo e non solo. Dopo aver squarciato gli anni 90 si è reinventato e imposto non solo come interprete di indiscutibile carisma, ma anche come autore di raffinata levatura. Si presenta con la sua stazza imponente Paolo Benvegnù, un vero gigante che domina il palco dall’alto dei suoi centimetri, il palco del Carroponte a fatica contiene la sua grandezza. Un concerto risicato nella formazione, troviamo Paolo Benvegnù sul palco con la sua chitarra, accompagnato dalle sola batteria. Non serve altro. Benvegnù mostra subito la sua grandezza esibendo la sua inconfondibile voce, nitida scura e potente. Ripercorre la sua carriera durante tutto il concerto proponendo brani tratti dai i suoi lavori come Cerchi nell’acqua, Quando passa lei, Il sentimento delle cose. Propone una meravigliosa  Hurt, ispirata più dalla rilettura folk di Johnny Cash. Alternative rock d’autore quindi, e non solo. Un concerto ridotto all’essenziale dalle sonorità asciutte. Eccovi alcune foto della serata:

[shashin type=”albumphotos” id=”58″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]