Marta Sui Tubi: Cinque, La Luna e Le Spine – la recensione

marta-sui-tubi-nuovo-disco-copertina-cinque-rose-spineI Marta sui Tubi sono attualmente in tour per presentare il nuovo album, Cinque, La Luna e Le Spine. Hanno partecipato al Festival di Sanremo di quest’anno con Vorrei, facendo così conoscere a un pubblico ancora più ampio di chi già li segue da tempo; sono undici infatti gli anni di carriera per i Marta Sui Tubi e ancora nelle loro note riferimenti ambiziosi, come Sonic Youth, Motorpsycho, e Jeff Buckley. Lo scorso 14 febbraio è uscito il loro nuovo album, il quinto, dal titolo CINQUE, LA LUNA E LE SPINE (BMG RIGHTS MANAGEMENT). Noi de lamusicarock.com lo abbiamo ascoltato e recensito per voi. “Il 5 è il numero più ricorrente nella storia più recente dei Marta sui Tubi. Infatti questo è il nostro 5° album ed è da 5 anni che la formazione si è stabilizzata a 5 elementi…” Marta sui TubiQueste sono alcune delle parole di Giovanni Gulino, cantante della band, per spiegare il titolo di questo ultimo lavoro. Il quinto è anche uno dei 10 comandamenti, questo è l’elemento di congiunzione con il resto del titolo, La luna e le spine, sono l’espiazione della colpevolezza, la colpa di Caino che proprio sulla luna fu mandato a ripagare il suo peccato, fasciato di spine, che dalla terra appaiono come grosse macchie nere, ricolme di peccato. Questa è la “morale” che ritroviamo in tutto il disco, l’irresponsabilità del l’uomo, di conseguenza i sensi di colpa che ne succedono. Un bel disco questo “quinto” dei Marta, non il migliore, ma molto apprezzabile in ogni sua sfumatura, dai testi molto più che articolati. Gulino e compagni aperti a nuove visioni anche sul versante degli arrangiamenti e dei suoni ricercati come l’elettronica e la psichedelia (Il collezionista di vizi) colma di inquietudine, la musica classica (Grandine e le orchestrazioni di Dispari e Vorrei) stutturate con maestria per “il grande pèubblico ” Sanremese, La lingua (Vagabond home, primo e unico pezzo scritto in lingua inglese).Marta sui Tubi Poi c’è la ballata acustica a base di archi (La Ladra), minimal ma di grande effetto, insieme a un pezzo più aggressivo di rock-blues (“Tre”), sulla scia di quanto iniziato anche col precedente lavoro. CINQUE, LA LUNA E LE SPINE un lavoro più che ben studiato, ricco in effetti e contaminazioni, ma pur sempre un lavoro dei Marta Sui Tubi con il loro marchio inimitabile.

Sanfabe

foto by Anji

Date del tour 2013:

  • 4 aprile 2013: Milano “Alcatraz”
  • 5 aprile 2013: Bologna “Estragon”
  • 6 aprile 2013: Firenze “Auditorium Flog”
  • 12 aprile 2013: Napoli “Teatro Trianon”
  • 18 aprile 2013: Roma “Ausgang @ Black Out”
  • 19 aprile 2013: Perugia “Afterlife”
  • 20 aprile 2013: Ravenna “Bronson”
  • 30 aprile 2013: Teramo – Aspettando il Primo Maggio
  • 3 maggio 2013: Roncade (TV) “New Age”
  • 4 maggio 2013: Brescia – Latteria Molloy/Ex Nave di Harlock