L’Officina Della Camomilla: Senontipiacefalostesso Uno – foto & recensione

officinaAvevamo parlato di loro nella serata organizzata da WhenMusicAttacks al Club56 e siamo andati a vederli alla data milanese del loro Tour al Rocket (foto QUI). Il loro disco uscirà il 5 febbraio ma noi de LaMusicaRock siamo riusciti ad ascoltarlo in anteprima (l’immagine è della copertina). Stiamo parlando dell’Officina della Camomilla, una delle band più controverse del panorama indipendente italiano. Il loro è un genere abbastanza indefinibile; potremmo definirlo un pop rock atipico, con testi cinici, surreali ed allucinati, accompagnato da musiche spensierate, in bilico tra poesia e follia. Dalla prima data assoluta nel 2009 al Lato B a Milano ad oggi, l’Officina della Camomilla ha avuto molteplici cambi nella formazione; Il nucleo principale attualmente ruota attorno ai due membri fondatori rimasti, ovvero Francesco De Leo e Claudio Tarantino, affiancati dalle “nuove leve” Marco Amadio, Ilaria Baia Curioni e Anna Viganò. Tutti questi cambi avvenuti nel tempo, hanno giovato particolarmente alla band, rendendola più matura musicalmente ed artisticamente. Dopo un paio di EP autoprodotti e pubblicati viralmente su Youtube, la band approda alla Garrincha Dischi, e l’album in questione, è il primo album ufficiale della band. Devo dire che il titolo è particolarmente affine alla personalità della band ed inoltre, come lascia intuire quell’uno posto alla fine del titolo, uscirà anche un “Senontipiacefalostesso Due”, ma per ora non ci sono ancora date precise sull’uscita. Il primo singolo estratto dal disco è “La tua ragazza non ascolta i Beat Happening”, il cui video è stato realizzato con la collaborazione dei membri della band di punta di Garrincha Dischi, ovvero Lo Stato Sociale.


Un video decisamente allucinato, girato in una stanza buia illuminata da luci stroboscopiche che lascia intuire si tratti di una discoteca. Nel video vengono mostrati a rotazione tutti i membri delle due band in questione, sormontati dal pedante ritornello “Siamo pieni di droga”. Nonostante il titolo che sembra furbescamente mettere le mani avanti, questo sarà decisamente un disco che farà fatica a non piacervi, posso garantirvelo.

Andrea Bertocchi

Foto by Roberto Ceruti:

no images were found

TRACKLIST CD:

01 Dai graffiti del Mercato Comunale

02 Morte per colazione

03 La tua ragazza non ascolta i Beat Happening (feat. Lo Stato Sociale)

04 Agata Brioches

05 Un fiore per coltello

06 Città mostro di vestiti

07 Lulù devi studiare Marc Augé

08 Le mie pareti fluorescenti di Nord Africa

09 La provincia non è bella da fotografare

10 Ho fatto esplodere il mio condominio di merda

11 Pegaso Disco Bar

12 Ti porterò a cena sul braccio della ruspa

13 Senontipiacefalostesso