Fuzz orchestra: “Morire per la patria” la recensione

Il 4 dicembre 2012 esce “Morire per la patria” terzo disco della Fuzz Orchestra. Nata nel 2006, con Luca Ciffo (chitarra) e Fabio Ferrario (audio samples e noise), la Fuzz Orchestra ha infatti già al suo attivo 2 dischi (l’omonimo “Fuzz Orchestra” del 2007 e “Comunicato n°2” del 2009) ed oltre 200 concerti tra Italia, Europa e Stati Uniti. Nel 2011 ai componenti originari si aggiunge il batterista Paolo Mongardi, il quale influenza da subito la band, arricchendo l’originario sound heavy rock anni ’70. Metallico ed elettrico il nuovo disco della Fuzz Orchestra sembra un’officina artigianale che lavora. Suoni, rumori, disturbi, ricordi, voci, eccessi si allineano nei brani senza mai scontrarsi, si cercano, soltanto, e si trovano in uno strano equilibrio agitato che ipnotizza. Un puzzle inaspettato di heavy rock elegante, drumming di altissimo livello e pezzi di vita, vera, presi qua e la, per strada, nei film, nei sogni. Una prova eccellente, un’originalità (finalmente) molto rara. Il risultato è un ascolto complesso che entusiasma ed incuriosisce. Un disco che è tante cose e non lo nasconde. Un disco che ha tante personalità, tanti occhi e quindi tanti punti di vista da regalare nei diversi ascolti che senz’altro merita. Degne di nota, in particolare, la traccia “La proprietà” e “Il paese incantato”, brani che sintetizzano l’idea che anima l’album: ché un mondo incantato, fuori o dentro di noi, rumoroso e disperato, continua ad esistere. Forse nella misura in cui noi siamo disposti a crederci. Da non perdere. Dico davvero.

Credits disco:

Luca Ciffo – chitarra

Fabio Ferrario – manipolazioni sonore

Paolo Mongardi – batteria

con

Enrico Gabrielli – fiati su “Il paese incantato”, fiati e voci su “In verità vi dico”

Xabier Iriondo – chitarra su “Viene il vento”

Dario Ciffo – violino su “La proprietà”

Edoardo Ricci – fiati su “Viene il vento”

www.fuzzorchestra.org

http://fuzzorchestra.bandcamp.com/

https://www.facebook.com/FUZZORCHESTRA