Fabi Silvestre Gazze, le emozioni di Modena

Il tour del trio Silvestri, Fabi, Gazzé arriva a Modena.

Li avevamo seguiti a Milano, ma tanto è l’affetto che il pubblico ha dimostrato nei confronti dell’iniziativa di questi tre cantautori, che una nostra fans-inviata, non ha potuto resistere dalla voglia di ascoltarli a Modena. Ecco il racconto, ma soprattutto le emozioni della serata.

Dalla nostra inviata Marina Monari:

FabiSilvestriGazzè (32 di 48)
Nicolò Fabi alla chitarra

“Alzo le mani” : inizia così lo spettacolo di centinaia di mani alzate al cielo ad accogliere questo meraviglioso trio. Daniele, Massimiliano e Niccolò  questi sono i loro nomi. Tre artisti,tre amici. Di cui tutto il pubblico conosce storia e canzoni a memoria. Le loro parole ti accompagnano,ti tengono per mano e con il fiato sospeso per 3 ore.Parole d’impegno, d’amore e di fratellanza che entrano nei cuori . Un sold-out annunciato perché non è facile nel 2014 in Italia trovare tre personaggi come loro , tre cantautori che con la loro ironia e leggerezza sanno raccontare piccole grandi storie senza essere banali . Non sono banali nemmeno quando recitano l’ormai famosa “L’amore non esiste”, riuscendo persino a cambiare  il verso in “l’amore non esiste ma esistiamo noi tre”.

E meno  male davvero che quei tre esistono da vent’anni accompagnando le vite di chi li ascolta e li adora. Perché negli occhi di ogni spettatore io ho visto l’adorazione per uno o per l’altro o persino per tutti . E così le loro canzoni non hanno avuto mai bisogno di presentazioni perché parlano da sole alternando testi di attualità e amore.

E così forte è l’affinità dei tre artisti che riescono anche a scambiarsi agevolmente le canzoni,come nel caso di “Mentre dormi” di Gazze‘ cantata da Fabi con grande emozione.

FabiSilvestriGazzè (37 di 48)
Max Gazzé scherza con il pubblico

Oltre a quelli emozionanti sono stati diversi i momenti divertenti come i cori di “Testardo (e li mortacci tua)” con cui il pubblico ha potuto sfogarsi liberamente e la sfida da ring di “L’avversario” in cui Max Gazzé e Nicolò Fabi si sfidano a colpi di versi poetici sotto l’occhio giudice di Daniele Silvestri. Senza contare l’improvvisazione di un “Corazon espinado” di Santana .Ma è difficile capire il clima amichevole e scherzoso creatosi durante questo evento unico e stupendo per chi purtroppo non l’ha potuto vivere. Grazie ragazzi speriamo in una replica di questo tour molto presto .grazie per la vostra umiltà e la vostra passione che ogni volta mi fa emozionare fino alle lacrime.

Una musica può fare salvarti sull’orlo del precipizio quello che la musica può fare“.