Afterhours: la presentazione di “Folfiri o Folfox”

afterhours-folfiri-o-folfoxAfterhours, presentazione “Folfiri o Folfox” : Siamo un band, non agglomerato di turnisti.

di E. Joshin Galani

In uscita il 10 giugno, “Folfiri o Folfox” ultimo album della band, dopo il cambio di line up, che ha visto la spaccatura della formazione con l’uscita di Giorgio Prette e Giorgio Ciccarelli “Gli After erano marci, i rapporti erano fra di noi erano marci, con Prette abbiamo  iniziato a guardarci in maniera troppo sclerotica, ognuno aveva un’immagine dell’altro che non era più modificabile, quando non c’è più dialogo non hai più via d’uscita”

A quattro anni da “Padania” con i nuovi membri Stefano Pilia e Fabio Rondanini, un disco “sulla morte e sulla malattia e sulla cura” (Folfiri e Folfox sono i due trattamenti chemioterapici a cui il padre di Manuel si era sottoposto). La vulnerabilità della perdita, il desiderio di rinascere e sentirsi felici il tema dell’album, “Il disco parla di un passaggio di energia, che possa dare un senso a questo passaggio di cose”. 

La musica è la possibilità di sublimare quello che succede quando abbiamo una perdita, “E’ forma di autoanalisi e serve ad espellere le tossine. I testi spesso sono scuri perché servono a liberarci. E’ una grande fortuna che hanno i musicisti di poter mettere queste tossine nella musica, liberarsi dal dolore che certe volte ti tiene in gabbia e non ti fa ripartire. Non c’è niente che ha questa potenza.” Il lavoro sinergico e complice del gruppo è stato fondamentale: “C’è stato un lavoro di grande complicità, la rinascita è trovare spunti ed energia, una nuova visione delle cose partendo da cose molto negative.”

Un momento di rinascita per gli Afterhours “E’ un momento particolarmente fruttuoso e magico per la band, è nato un disco non preventivato, sull’onda del tour teatrale fatto due anni fa, una nuova energia, musicale e i due nuovi inserti nella band hanno dato nuovi apporti al disco.” Nei testi c’è anche il tema della superstizione, ad esempio  “San Miguel”, “Ha sonorità industrial ed è cantata come una litania che esce dagli schemi della forma canzone tradizionale. E’ un modo per trattare il tema della superstizione, davanti a certe situazione drammatiche ti confronti anche con questo aspetto, quella più volgare della sfiga , in Italia rimane una forma di violenza sociale volgarissima, poi c’è la superstizione bianca, che cerca una forma di energia oltre la nostra razionalità, oltre alla scienza.”

Sulla copertina del disco appare un’orchidea a fondo nero “E’ Idea di Emma (figlia di Manuel) è una pianta che stava morendo ed ho curato e salvato, per me è stato importante. E’ una mia foto fatta col telefonino Facendo delle ricerche abbiamo scoperto che l’orchidea si nutre di materiale in decomposizione, è il corrispondente botanico del tumore.”

Non manca l’argomento della partecipazione di Manuel Agnelli in qualità di giudice a “XFactor”“Questi posti vanno occupati, dove è giusto andare per portare la propria visione delle cose, è una figata che loro abbiano avuto le palle per chiedermelo, io sono un incognita, un rischio, non sono un personaggio televisivo, potrei non essere adatto, potrei essere fuori luogo quindi che ci sia una produzione come quella che si prenda un rischio del genere è un bellissimo segnale, per me è giusto usarlo.

La contestazione è doverosa, fa parte del gioco, dopodiché non vado e leggermi Manuel sei una merda 18.000 in una giornata come una litania, non sono indifferente a questo tipo di insulti. Abbiamo deciso di non andare sui social per due mesi, abbiamo poi fatto un’apparizione pubblica al Forte Prenestino, il pubblico è stato fantastico, c’erano più di 3000 persone quella sera, ci siamo accorti che se non vai sui social, i social non esistono. Mi prendo il rischio di X Factor, fallirà tutto? Chi se ne fotte, non stiamo parlando di vita o di morte.. siamo andati a Sanremo , era ben più fuori di quello che sto facendo adesso a livello di collocazione.

Torneremo a parlare di Folfiri o Folfox, e ve lo racconteremo con una bella recensione! Seguiteci!