30 Anni di Ortodossia: Zamboni, Fatur, Canali, Baraldi

IMG_4659

Il 12 giugno sul palco del Carroponte è la nostalgia a comandare. 30 anni di Ortodossia – dai cccp all’estinzione. Massimo Zamboni, Giorgio Canali, Danilo Fatur e Angela Baraldi riportano in vita il repertorio storico di una pagina fondamentale della musica italiana. Dall’incontro berlinese tra Zamboni e Ferretti alle ultime disparate comparse di questo gruppo di artisti che ha segnato, per oltre un ventennio, la scena musicale del nostro paese.

I C.C.C.P. 1982 – 1990

Massimo Zamboni e Giovanni Lindo Ferretti fondano nel 1982 i cccp. Si uniscono al gruppo in momenti diversi e per periodi di differente durata: Zeo Giudici, Umberto Negri, Mirka “Il Capo”, Silvia Bonvicini, Carlo Chiapparini, Ignazio Orlando, Danilo Fatur e Annarella Giudici (questi ultimi due resteranno nei cccp fino allo scioglimento nel 1990). Nell’ultimo anno di vita (1989 – 1990) entrano nei cccp Giorgio Canali, Francesco Magnelli, Gianni Maroccolo e Ringo De Palma. Pubblicano 4 album in studio (“1964 – 1985 Affinità-divergenze fra il compagno Togliatti e noi del conseguimento della maggiore età”, “Socialismo e barbarie”, “Canzoni, preghiere, danze del II millennio Sezione Europa”, “Epica Etica Etnica Pathos”) e un album live, lo splendido “Live in Punkow”.

C.S.I. Consorzio suonatori indipendenti 1990 – 2001

Dopo lo scioglimento dei cccp (e la caduta del muro di Berlino con la fine del mondo sovietico) e l’ingresso nel gruppo del “nucleo toscano”, uscito dai Litfiba, nascono i C.S.I. (Consorzio Suonatori Indipendenti e allo stesso tempo chiaro riferimento alla Ex Unione Sovietica). A Ferretti, Zamboni, Maroccolo, Magnelli e Canali si aggiungono Ginevra Di Marco (che resterà nel consorzio fino al 2001), Roberto Zamagni, Pino Gulli, Alessandro Gerbi e Gigi Cavalli Cocchi. Pubblicano 3 album in studio (Ko de mondo, Linea Gotica e Tabula rasa elettrificata) e 3 album dal vivo (Maciste contro tutti, In quiete, La terra, la guerra, una questione privata), oltre che numerosi EP. Si sciolgono nel 2001.

L’estinzione

Sarebbe complicato tirare le somme di tutto quello che è capitato ai vari membri di questi gruppi dopo la fine del progetto CSI. Ci sono stati molti album da solisti (e ce ne sono ancora), ci sono stati i P.G.R., ci sono state le Stazioni Lunari. Ci sono state le réunion, i duetti, le new entry (come la splendida Angela Baraldi), ci sono i Rossofuoco, le collaborazioni con altre band divenute il nuovo alternativo italiano, c’è stato il ritorno dei Litfiba e il ritiro definitivo di Ferretti. C’è stato tanto e tanto ancora c’è e, probabilmente, ci sarà. Una cosa è certa però. Quelli non erano i cccp. Ma noi ci siamo divertiti un sacco lo stesso.

Scaletta della serata al Carroponte e di seguito tutte le foto della splendida serata

Emilia Paranoica, Valium Tavor, Live in Pankow, Ora ancora, Vorremmo esserci, In viaggio, Allarme,, Battagliero, Huligani, Mi ami, Io sto bene, Del mondo, Lamenti, Sbrai, In rotta, Punk Islam, Annarella, Noia, Curami, Jurij  – Mimportanesega.

In apertura alla serata i nostri We Are Waves, vincitori del nostro premio speciale al Pending Lips Festival 2013.

Eccovi tutte le foto di Andrea Parmiani e Andrea Bertocchi:

[shashin type=”albumphotos” id=”56″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” reverse=”y” position=”center”]