Autore: emontesanti

Manu: Distanza 0 – la recensione

Manu: Distanza 0 – la recensione

Recensioni
Distanza 0 è l'album d'esordio di Manu, cantautore pop/r&b che ha già superato il milione di visualizzazioni su Youtube, in cui l'artista ripercorre la sua vita dall'adolescenza al presente.      di Eleonora Montesanti    «Il progetto nasce da un mio sogno concretizzatosi grazie alla Manu Production, la mia etichetta discografica, che ha creduto in me, mi ha sostenuto, dandomi la possibilità di poter esprimere in assoluta libertà la mia arte ed il mio essere. Nelle mie canzoni è possibile scoprire il fantastico e l’autobiografico che fondendosi ad appassionate note, danno vita a forti emozioni che arrivano dritte al cuore». E' con queste parole che Manu descrive il suo primo lavoro discografico, prodotto da Fabio Moretti e intitolato Distanza 0.
Daniele Maggioli – Madame [anteprima video esclusiva]

Daniele Maggioli – Madame [anteprima video esclusiva]

Esclusive, Video
E' uscito lo scorso novembre La casa di Carla, il nuovo ep di Daniele Maggioli, artista istrionico, cantautore e in parallelo membro del Duo Bucolico. Cinque brani in cui si incontrano atmosfere dilatate e canzone d’autore, nati come colonna sonora per uno spettacolo teatrale, ma trasformati in un piccolo trattato musicale sull'incomunicabilità e l'emotività urbana. Oltre ad aver scambiato due chiacchiere con lui, ospitiamo con piacere in anteprima su Lamusicarock il videoclip di Madame.  Inoltre, vi consigliamo vivamente di andare a sentire Daniele al Cicco Simonetta di Milano giovedì 1 febbraio.     di Eleonora Montesanti   https://www.youtube.com/watch?v=MlKLTue3Vm8&feature=youtu.be io cerco il tuo odore dentro la notte io cerco il tuo odore e non
Diodato e Roy Paci raccontano Adesso, il brano in gara a Sanremo 2018

Diodato e Roy Paci raccontano Adesso, il brano in gara a Sanremo 2018

Flash News
Diodato e Roy Paci sono tra i 20 big in gara scelti dal direttore artistico Claudio Baglioni per il prossimo Festival di Sanremo. I due artisti porteranno sul palco un "duetto" inedito col brano Adesso, scritto da Diodato e arrangiato da Roy Paci.      di Eleonora Montesanti   Questa mattina presso la sede della Carosello Records si è svolta la conferenza stampa di presentazione del brano Adesso, che verrà portato al Festival di Sanremo 2018 da Diodato e Roy Paci.  I due artisti hanno spiegato la genesi della canzone, sia a livello di contenuti, sia a livello melodico, e soprattutto hanno raccontato qual è il legame che sta alla base di questa collaborazione. La loro è un'amicizia di lunga data, tant'è che quando Diodato partecipò per la prima vol
Mirco Menna: Il senno del pop: la recensione

Mirco Menna: Il senno del pop: la recensione

Recensioni
Il senno del pop è il nuovo lp di Mirco Menna, frontman de Il parto delle nuvole pesanti. E' un disco poliedrico e variopinto dove ogni canzone racconta una storia diversa.      di Eleonora Montesanti    Ogni uscita discografica in cui è coinvolto Mirco Menna è una sorpresa. Nel suo lungo percorso artistico, tra carriera da solista e collaborazioni, il cantautore bolognese ci ha sempre regalato dischi che sono entrati nelle nostre teste e nei nostri cuori in punta di piedi, ma che risultano essere indimenticabili per il loro infinito spessore.  Il senno del pop, il suo nuovo disco da solista, non è da meno. Dieci tracce che si auto-sostengono, che viaggiano indipendenti l'una dall'altra tra sfumature sonore ed emotive. Se vogliamo proprio cerca
Chiara Giacobbe Chamber Folk Band – Lionheart: la recensione

Chiara Giacobbe Chamber Folk Band – Lionheart: la recensione

Rock News
Lionheart è il disco d'esordio della Chiara Giacobbe Chamber Folk Band. Un viaggio folk-rock che rappresenta la figura femminile in ogni sfumatura.      di Eleonora Montesanti    Ascoltando Lionheart, il disco d'esordio di Chiara Giacobbe (violinista degli storici Yo Yo Mundi) e della sua Chamber Folk Band, mi è venuta in mente una famosa citazione di Walt Whitman: "Sono vasto, contengo moltitudini." Ho pensato a questa frase poiché rispecchia in pieno l'intento dell'album: raccontare la moltitudine di sfumature che rappresentano la donna.  Come si può notare già dalla copertina del disco, forza e dolcezza hanno un ruolo fondamentale per la narrazione dei contenuti dell'album: insieme a caos e armonia, corpi e sentimenti, infanzia e sensualità
Yato: Post Shock – la recensione

Yato: Post Shock – la recensione

Recensioni
Post Shock è il nuovo sorprendente LP di Yato, cantautore "electro vocal" toscano, uscito lo scorso ottobre.     di Eleonora Montesanti   Yato è un giovane artista (one man band) che vale la pena tenere d'occhio, perché ha talento, ha intelligenza artistica ed è originale. Il suo nuovo lavoro, Post Shock, è un disco molto denso e composto da otto brani sì compatti tra loro, ma valorizzati dalle sorprendenti sfumature che ne costruiscono l'identità. Ambientazioni dance, funk, rock ed electro si accompagnano al cantato in italiano - a tratti dolce, a tratti quasi aggressivo - mescolandosi con cura alle parole e al modo in cui vengono espresse.  Post Shock è un abbraccio da dietro agli anni '80 che, presi alla sprovvista, vanno a sbattere contro il
Elio e le Storie Tese: nel 2018 Sanremo e un tour d’addio

Elio e le Storie Tese: nel 2018 Sanremo e un tour d’addio

Flash News
Domani il concerto d'addio al Mediolanum Forum di Assago (sold out); a febbraio in gara al 68esimo Festival di Sanremo con il brano Arrivedorci, "nella speranza di arrivare penultimi; da aprile a giugno un tour d'addio nelle principali città italiane.      di Eleonora Montesanti    Elio e le Storie Tese sono pronti a concludere la loro carriera in grande stile, dopo 37 anni di successi, provocazioni e tour imprevedibili.  A tal proposito, la band dichiara: "Gli EelST si sciolgono veramente? SI'. Non ci hanno ripensato neppure dopo la grande dimostrazione di affetto e interesse nei loro confronti suscitata dalla notizia del loro scioglimento. Hanno davvero deciso di sciogliersi."    Domani, martedì 19 dicembre, al Mediolanum Forum
Vallanzaska: Orso Giallo – la recensione

Vallanzaska: Orso Giallo – la recensione

Recensioni
Orso Giallo è il nuovo disco dei Vallanzaska, una delle band ska più famose d'Italia, che ha da poco festeggiato i primi 25 anni di carriera.     di Eleonora Montesanti    Orso Giallo, il nuovo disco della storica band Vallanzaska, arriva in un momento molto particolare per il gruppo, che è da poco entrata nel 26esimo anno di attività musicale. Ciò nonostante ha deciso di non sfruttare l'occasione per un altro best of (l'ultimo - e unico - risale al 2011) anzi, propone un bel disco di inediti attuali e ricercati, in equilibrio tra riflessione e divertimento.  Un lavoro ammirevole, quello dei Vallanzaska, che si immergono nel presente e con l'ironia tagliente che li contraddistingue regalano al loro pubblico 14 istantanee reali e strampalate, tra
D’un tratto, fra introspezione e imprevedibilità – intervista a Eugenio Rodondi

D’un tratto, fra introspezione e imprevedibilità – intervista a Eugenio Rodondi

Interviste
Eugenio Rodondi è un cantautore torinese che ama moltissimo le parole. E' appena uscito il suo terzo disco, D'un tratto, che parla di relazioni e di imprevedibilità. Per l'occasione abbiamo scambiato con molto piacere quattro chiacchiere con lui.     di Eleonora Montesanti   Eugenio, partiamo proprio dall'inizio: ti ricordi se c'è stato un momento preciso in cui hai capito che la musica avrebbe avuto un ruolo così importante nella tua vita? La musica mi ha sempre accompagnato, molto, sin da quando ero piccolo. Non ricordo un momento preciso in cui ho capito che avrebbe avuto un ruolo così importante, credo che sia una di quelle cose di cui non posso fare a meno. Probabilmente è come un pesce che vivendo sempre in acqua non si rende conto di quanto sia important
Edoardo Pasteur: Dangerous man – la recensione

Edoardo Pasteur: Dangerous man – la recensione

Recensioni
Dangerous man è il disco d'esordio del songwriter genovese Edoardo Pasteur. Un viaggio nella cultura statunitense tra folk e rock d'autore.      di Eleonora Montesanti   Dangerous man, primo lavoro di Edoardo Pasteur, è un disco che nasce da un'idea molto ambiziosa, ossia quella di rendere omaggio alla cultura americana attraverso musica, letteratura, storia e cinema. I tredici brani che compongono Dangerous man, infatti, sono piccole sceneggiature musicate e improntate nel folk-rock americano più classico, riconducibile per antonomasia a Springsteen, Dylan e Cohen. Ballad poetiche, favole e incantesimi narrati dal suono delle cornamuse, dichiarazioni d'amore e citazioni suggestive sono la ricetta di quest'album, il cui risultato suona però un po' t