Autore: egletaccia

Siren Festival – Il racconto delle ultime due giornate con Trentemoller, Ghostpoet e tanti altri

Siren Festival – Il racconto delle ultime due giornate con Trentemoller, Ghostpoet e tanti altri

Live Report
Un festival come il Siren si può seguire in due modi: o scegliendo di correre da un palco all’altro, ascoltando un po’ di ogni esibizione, oppure soffermandosi su quello che attira maggiormente il proprio interesse, sacrificando qualcosa. Abbiamo cercato di seguire le due serate più ricche della manifestazione, seguendo due approcci diversi per ognuna. Mentre nella prima abbiamo corso come se non ci fosse un domani per non perderci nulla, in quella di ieri abbiamo voluto selezionare le esibizioni che più attiravano la nostra attenzione. Ero curiosa di sentire i Gomma, una nuova realtà di cui si parla molto in giro. La band si esibiva su quello che già ieri abbiamo definito come il palco fortunato, il free stage di Porta S.Pietro. Mi hanno colpito molto per il sound e un po’ meno per il
Siren Festival – La seconda serata con Ghali, Baustelle e Apparat

Siren Festival – La seconda serata con Ghali, Baustelle e Apparat

Live Report
La seconda serata del Siren Festival di Vasto comincia prestissimo in spiaggia con i primi incontri pomeridiani, per poi trasferirci in città dove ad attenderci c’è un’offerta incredibile di live, che ci faranno correre di palco in palco per tutta la notte. Allacciate le sneakers e partiamo. Nei Giardini D’Avalos sono previsti due spettacoli eccezionali. Il primo è l’incontro dal titolo “Senza Fretta Senza Tregua – Tre decenni di Casino Royale”, presentato da Emiliano Colasanti, in cui sono stati ripercorsi pezzi di storia della band e della musica e di cui ci resterà sempre impressa questa frase: “Ognuno sceglie la musica che gli assomiglia. Se suoni fuori dal coro non ti lamentare se non hai pubblico.” Subito dopo salgono sul palco Emidio Clementi e Corrado Nuccini coi loro Quat
Siren Festival 2017 – Il report della serata di apertura – E se queste sono le premesse…

Siren Festival 2017 – Il report della serata di apertura – E se queste sono le premesse…

Live Report
Ogni anno alla fine di luglio c’è solo una certezza, quella di tornare a Vasto per uno degli eventi musicali più belli d’Italia, il Siren Festival. Si va diretti all’ormai tanto caro Cortile D’Avalos, dove troviamo lo Jägermeister Music Stage, sul quale stanno per salire i Malihini, band con l’arduo compito di inaugurare l’edizione 2017. Tra il pubblico molti volti noti della musica e tanti fedelissimi della manifestazione. I Malihini sono una band italiana, dal carattere così internazionale da far fatica a crederlo. Salgono in tre, quasi timidamente sul palco, visibilmente emozionati dall' essere la prima band ad esibirsi. Federica Caiozzo (Thony) e Giampaolo Speziale (About Wayne), accompagnati alla batteria da Alberto Paone (Calcutta), romani ma di stanza a Londra, editi da Me