Tramonto, salsedine e viaggio con i Selton: Saudade – la recensione

228919_554739031225740_1089482010_nSaudade è tramonto, salsedine, viaggio. Tre immagini: colori, odori e sensazioni, questo è ciò che ho vissuto ascoltando il loro nuovo ep in uscita il prossimo 26 Marzo: “Saudade”. Dopo averli visti live all’auditorium di Radio Popolare lo scorso venerdì 22/3 ci siamo buttati nell’ascolto senza interruzioni del nuovo lavoro dei Selton. Qui nem giló. Le note della prima canzone, ti travolgono, sono inaspettate e a metà di questa prima traccia, ti si stampa sul viso un sorriso. Quando arriva “Piccola sbronza”, il primo singolo estratto dal nuovo album, non importa dove tu sia, la tua prima reazione è quella di seguire la musica, cantando, fischiettando e muovendo i piedi. E poi, ad un certo punto il “fil rouge”… senti le voci di Cochi e Renato. Coloro che insieme a Jannacci, diedero il loro contributo, per il primo album “Banana A Milanesa” del 2008, quasi a volerli consacrare come propri cosmopoliti eredi. selton (1)La canzone di cui sto parlando è “Vado via”. Portoghese e Italiano cantato allo stesso tempo, si fondono, la musica rende tutto più fluido e veramente piacevole all’ascolto. Nell’ultima canzone, la chiave di volta dell’album. Questi ragazzi ormai milanesi, hanno pubblicato un album che sia nelle sonorità, che nei testi, racconta il loro essere divisi tra tutti i luoghi dove hanno vissuto, le persone che hanno conosciuto e le esperienze che hanno vissuto e che hanno trovato nell’essere una band. Ed è la band l’unica loro vera patria. La musica di Saudade è leggera, scorrevole, sofisticata nella scrittura e precisa nel mettere insieme più influenze. Non mancano alcune collaborazioni,: Arto Linsday cantante, chitarrista e produttore discografico statunitense che visse in Brasile, prima di essere negli anni Settanta uno degli esponenti della “No Wave” con i DNA  (genere musicale di origine punk rock,  contrapposto  alla cultura mainstream del periodo, la “New Wave“) e del cantautore italiano Giuseppe Peveri, in arte Dente che fa dei suoi testi dei giochi di parole e di indovinelli. Ragazzi, Lamusicarock.com non può che parlare bene di questo album. E’ solare, estivo, fresco, nuovo, originale.  Ve lo consiglio, e poi non dite che non vi avevamo avvertito.  Intanto noi ci segniamo in agenda Sabato 6 Aprile, Selton live @ Circolo Magnolia per la festa per l’uscita dell’album che promette piccole sbronze e saudade.

 Sara Lu

A voi la track list:

01_ Qui nem giló (SAUDADE) – feat. Arto Lindsay

02_ Un ricordo per me

03_ Piccola sbronza – feat. Dente

04_ Across the sea

05_ Ghost song

06_ Vado via

07_ Serviço bem feito

08_ You’re good

09_ Un passato al futuro

10_ Eu nasci no meio de um monte de gente

Se poi, vi piacciono così tanto e volete pure sentirli dal vivo, voilà, tutte le date:

6  APRILE MAGNOLIA – SEGRATE (MI)

  • 20 APRILE FOCE –  LUGANO (SVIZZERA)
  • 27 APRILE HIROSHIMA MON AMOUR – TORINO
  • 3  MAGGIO ANGELO MAI – ROMA
  • 7  MAGGIO THE FINSBURY – LONDON (UK)
  • 9  MAGGIO FESTA DELL’EUROPA – MACERATA
  • 10 MAGGIO LUNGOMARE FESTIVAL – CESENA