“Celebrate the Greatest Hits” la nostalgia dei Simple Minds

I Simple Minds tornano con: “Celebrate – The Greatest Hits”, una raccolta “nostalgica” per stessa ammissione della band, che ripercorre la carriera del gruppo scozzese riproponendone i successi storici e proponendo due brani inediti “Broken glass park” e “Blood diamond”.

celebrate simple mindsE’ lo stesso Jim Kerr, leader della band di “Dont you (Forget about me), ad usare, all’interno di un’intervista rilasciata al “Corriere della Sera”, la parola nostalgia per descrivere “Celebrate”: “L’idea di un greatest hits è quella di fare una retrospettiva, guardarsi indietro. Anche i due inediti hanno testi nostalgici. “Broken glass park” è un posto di Glasgow dove andavamo da ragazzini ad ascoltare musica e a sognare di calcio e di donne, insomma del mondo di fronte a noi” spiega Kerr: “Non si può essere nostalgici di tutto, sarebbe patetico, ma è bello riconoscere di provare nostalgia per qualcosa”.
“Blood diamond”, contrariamente a quanto verrebbe da pensare visti i trascorsi impegnati dei Simple Minds (una band che fino agli anni novanta avrebbe tranquillamente potuto essere paragonata agli U2 in quanto impegno sociale), non ha riferimenti politici. E’ una canzone d’amore che racconta come a volte un legame sia quasi impossibile da rompere.
Al momento non è ancora stato annunciato un tour di supporto all’uscita del disco. Si sa però che l’intenzione dei Simple Minds è quella di tornare con un disco di inediti nel 2014. Difficile che prima di quel momento il gruppo possa dedicarsi all’attività live.