[Anteprima] Zäil: musica sperimentale tra l’Italia e Berlino

Zäil binariL’esordio del duo italo-berlinese avverrà dopo l’estate: Worthless sarà il titolo del loro primo ep. Nel frattempo è possibile ascoltare tre pezzi in anteprima.

 

 

Gli Zäil sono un gruppo italo-berlinese nato nel 2014 dall’unione delle teste di due giovani amici umbri – Emanuele Sciamannini (voce, chitarra, synth) e Filippo Folletti (voce, batteria) – che da quattro anni si sono trasferiti in Germania proprio per respirarne l’ambiente e le ambizioni e concretizzare il loro sogno di vivere di musica. Si tratta di una formazione molto giovane, ma al contempo molto promettente.

Le tracce presenti nel demo sono interessanti: sono variegate, sperimentali, volutamente lontane da una definizione di genere. Le sonorità sono molto esterofile, dunque atipiche rispetto a quelle a cui siamo abituati in Italia; di sicuro le influenze della capitale tedesca hanno un ruolo preponderante nel loro modo di pensare e comporre la musica. C’è una grande componente elettronica, unita ad atmosfere cupe e compatte, ma non manca una dose di sano pop. Se proprio è necessario tracciarne le ispirazioni, i primi nomi che vengono in mente sono Queens of the Stone Age, Radiohead e Pink Floyd.

Dai Pink Floyd si può partire a spiegare come mai questo duo mantiene saldamente il legame con l’Italia: in questo video si vede la band alle prese con Welcome to the machine (dall’album Wish you were here del 1975) durante un house concert avvenuto lo scorso 13 giugno in un monolocale sui Navigli di Milano.

 

 

Worthless, infatti, uscirà proprio per un’etichetta italiana ( Wasabi Produzioni ), proprio perché gli Zäil sentono la necessità di restare in qualche modo attivi anche nella terra dove sono nati, perché anche la musica italiana, in fondo, è motivo di orgoglio.

 

Qui si possono ascoltare le prime tre tracce di Worthless (in versione demo). Un assaggio che ci impone di stare all’erta.

 

Per tutti gli aggiornamenti, invece, tenete d’occhio la pagina facebook degli Zäil.